Cos’è l’ossigeno Ozono terapia?

By | novembre 3, 2015

Cos’è l’ ossigeno – ozono terapia

ozono 3

 

 

 

Da tempo è noto che durante i processi infiammatori si ha un aumento del danno ossidativo e che questo tende a peggiorare nel tempo.  In effetti abbiamo un aumentato stress ossidativo dovuto a uno squilibrio tra un eccesso di sostanze reattive dell’ ossigeno (ROS) e un difetto (mancanza) di antiossidanti.  Quest’ultimo difetto dei sistemi antiossidanti è quello che cerchiamo di migliorare mediante la forte e breve ossidazione indotta dall’ozonoterapia.

images

L’ossigeno Ozono Terapia è una pratica medica che consiste nella somministrazione di una miscela di gas, ossigeno puro e ozono.  La somministrazione avviene con diversi metodi e con concentrazioni diverse di ozono in ossigeno ( μg / ml ).

Campi di applicazione dell’ozono terapia:

L’ossigeno ozono terapia può essere impiegata in numerose patologie, poichè differenti vie di somministrazione (locali e generali) e diverse concentrazioni di ossigeno in ozono portano differenti effetti terapeutici.

I campi di applicazione spaziano nelle varie specialità mediche, come l’ortopedia, la medicina interna, la reumatologia, la neurologia, la dermatologia e altre.

 

Ozonoterapia con tecnica intraforaminale

Il trattamento con miscela di ossigeno-ozono in sede intraforaminale prevede l’uso della TAC per il preciso posizionamento dell’estremità dell’ago nel punto di uscita del nervo infiammato dal canale spinale. Il trattamento è eseguito dopo un’adeguata disinfezione della cute, seguita da un’anestesia locale con ghiaccio spray.  Raramente risulta dolorosa per il paziente che, dopo circa 15-20 minuti, può ritornare al proprio domicilio.

tac guidata 2

 

 

 

 

Questa tecnica rappresenta l’evoluzione ed il perfezionamento delle classiche somministrazioni paravertebrali; questo perchè l’ozono arriva esattamente sulle radici nervose sofferenti per l’ernia discale. L’uso delle apparecchiature radiologiche permette di verificare in modo preciso l’accuratezza del posizionamento dell’ago e l’adeguata distribuzione della miscela gassosa.

Questa tecnica è vantaggiosa perchè:

°  maggiore rapidità nella risoluzione del dolore

°  soministrazione di ozono in quantità ridotta e più vicino alle strutture anatomiche  coinvolte nella genesi del dolore da compressione discale.

°  possibilità di documentare radiologicamente la diffusione di ossigeno-ozono evitando ogni complicanza.

° somministrazioni accurate anche nelle regioni coinvolte da cicatrici a causa di precedenti interventi chirurgici ( sede di dolore residuo post intervento chirurgico ).

ozono 1

 

 

 

 

 

 

 

Solitamente si esegue un’infiltrazione sotto guida TAC e si programma un controllo clinico dopo tre settimane. A questo punto spesso il dolore radicolare è risolto e si può completare il trattamento con alcune infiltrazioni ( tre o quattro ) con metodo classico paravertebrale.

La percentuale di risoluzione del dolore è di circa il 70-80%